Prodotti solidali e inclusione lavorativa, NaturaSì aiuta le donne migranti

La catena di supermercati bio sostiene il Safe Space di INTERSOS24, centro che a Roma offre uno spazio sicuro a donne e ragazze vulnerabili

foto ©Jeffrey D. Allred

 

NaturaSì, la catena di supermercati bio, ha deciso di sostenere il Safe Space per donne e bambini all’interno del nostro centro INTERSOS24 di Roma. Nello specifico, dal 12 al 17 aprile, in tutti i punti vendita aderenti in Italia, acquistando una selezione di creme corpo e mani, si potrà contribuire a sostenere il progetto che garantisce occasioni di inclusione sociale e di acquisizione di competenze e capacità a donne e ragazze che vivono in condizioni di vulnerabilità.

 

Non solo. NaturaSì ha avviato una vera e propria collaborazione con INTERSOS e in particolare col centro INTERSOS24, offrendo occasioni concrete di inclusione e formazione lavorativa ad alcune delle donne che frequentano il nostro centro: 3 ragazze sono già state assunte in alcuni punti vendita, altre 6 sono coinvolte in tirocini già attivati o che si stanno attivando in questi giorni. Una collaborazione importante, che vede un’azienda impegnata al fianco di chi è in prima linea nella protezione e nella tutela di donne vulnerabili ed esposte o sopravvissute a violenza di genere che si riappropriano della propria esistenza, indipendenza e felicità.

 

Il Safe Space INTERSOS24

 

Il Safe Space INTERSOS24 è uno spazio dove donne e ragazze, e i loro bambini, possono sentirsi al sicuro fisicamente ed emotivamente. Aperto a febbraio 2021, coinvolge già 50 ragazze e donne in attività volte a facilitare l’accesso a conoscenze, competenze e servizi tra cui il sostegno alla salute e alla salute mentale, l’orientamento al lavoro, l’orientamento legale e sociale. Il Safe Space INTERSOS24 accoglie principalmente donne esposte o sopravvissute a violenza di genere, tratta o sfruttamento, molte delle quali attualmente ospiti di centri antiviolenza o case rifugio, ed è spazio per la creazione di reti sociali e occasioni di sostegno reciproco. Laboratorio di cucina, sartoria sociale, spazio per la cura di sé e per l’acquisizione di conoscenze nel campo dell’estetica, attività sportive all’aria aperta, corso di lingua italiana, sessioni di alfabetizzazione sanitaria sono solo alcune delle attività che il Safe Space offre all’interno del centro INTERSOS24.

 

INTERSOS24, centro di cure primarie e accoglienza, è un centro polifunzionale nato nella periferia di Roma nel 2018 con l’obiettivo di offrire servizi di base a chi vive in condizioni di marginalità. È composto da un poliambulatorio medico, da team mobili che offrono assistenza alle persone vulnerabili che vivono in strada o in insediamenti informali, un team mobile dedicato al contrasto della prostituzione maschile, un centro di accoglienza (attualmente sospeso a causa del COVID-19) e dal Safe Space che occupa tutta la superficie del primo piano dell’edificio.

 

Le storie delle donne che aiutiamo

 

Le donne che frequentano il Safe Space hanno storie delicate e dolorose, ma anche di speranza. Come quella di Paula (nome inventato), genuina ed esuberante, ma che si rabbuia repentinamente quando le sue paure prendono il sopravvento. Ospite di un centro antiviolenza, è fuggita da un uomo che non sapeva amarla e che ora vuole portarle via suo figlio, un bimbo che non piange mai e con due occhi grandi che si incantano a guardare il cielo. In Colombia Paula ha un altro figlio, di 19 anni, e mentre fa di tutto per assicurare il meglio al piccolino, si preoccupa per il futuro incerto del figlio lontano, sperando possa trovare un modo per raggiungerla. La volontà di riscatto e il desiderio di un futuro migliore per sé e per i propri figli sono la forza di Paula. Che ora può essere libera e indipendente, senza avere accanto qualcuno che non le permetta di essere sé stessa.

 

O come quella di Lamya (nome di fantasia), fuggita col suo bimbo dalla Siria e dai bombardamenti, lasciando casa e affetti. Ma non si è mai data per vinta e non ha mai smesso di impegnarsi, studiare e lavorare. E ora, piena di entusiasmo e nuovi stimoli, è pronta per iniziare un nuovo percorso lavorativo con NaturaSì.

 

 

RIMANI IN CONTATTO CON NOI

Flavia Melillo
Flavia Melillo

ULTIME NOTIZIE