Nuove scuole, formazione a insegnanti e genitori e chiaramente istruzione per bambini e ragazzi. Ecco le tre principali attività del programma educativo di INTERSOS a Yambio e Ezo in Sud Sudan. Sara, operatrice umanitaria, è la coordinatrice di un programma educativo per 22 scuole primarie dove sono iscritti circa 13.200 tra bambini e ragazzi, alcuni di loro anche di 17 anni di età. “I conflitti armati bloccano l’attività delle scuole e così capita di frequente che molti ragazzi debbano ripetere l’anno”.

“L’obiettivo del nostro programma – racconta Sarah – è quello di applicare un sistema educativo non solo rivolto agli allievi, ma anche agli insegnanti e ai genitori, incentivando una disciplina positiva”.

Quanto agli spazi, “qualche tempo fa i bambini studiavano sotto gli alberi di mango; oggi, dopo i nostri interventi, hanno un luogo protetto al chiuso per imparare a leggere e scrivere”. Oltre a ciò, grazie a INTERSOS, molti bambini che ieri lavoravano nei campi, imbattendosi in situazioni pericolose e attività criminali, oggi vanno a scuola”. E con ottimi risultati. Quando arrivi agli esami finali e vedi i ragazzi passare gli esami e ricevere il certificato che manderà loro alla classe successiva, è fantastico! Puoi vedere l’impatto sul mondo del tuo lavoro”. Per questo per noi ogni giorno è un primo giorno di scuola.

Mariangela
Mariangela

ULTIME NOTIZIE