Emergenza COVID-19 in Niger | Ultime News dal Paese

NIGER

L’INTERVENTO DI INTERSOS

 

In Niger garantiamo sessioni di formazione sulla trasmissione e la prevenzione del coronavirus in particolare ai minori, e sedute di supporto psicologico a distanza. Abbiamo sviluppato strumenti psico-educativi per bambini e famiglie, rafforzato i comitati di protezione di bambini e donne e implementato attività di sensibilizzazione sul virus per bambini. Lavoriamo all’installazione di water point per il lavaggio delle mani in diverse scuole. 

HIGHLIGHTS

2.224

persone coinvolte in sessioni di prevenzione del rischio COVID-19

3

water point installati al centro umanitario di Agadez

6

water point installati a Niamey, nel campo di Hamdallaye

201

kit igienici distribuiti 

CONTESTO

 

In Niger, il numero di contagi è diminuito, sono stati identificati centri di isolamento e di trattamento, e un laboratorio per i test. La missione ha prontamente adottato misure di sicurezza e riadattato i progetti in corso alle nuove procedure anti-COVID-19. A livello regionale, la situazione è contrassegnata da un contesto di forte insicurezza e instabilità, che costringe gli operatori umanitari in un’area a mobilità ridotta. Lo stato di emergenza è ancora in vigore nelle regioni di Tillabéry, Tahoua e Diffa con l’imposizione di scorta armata. Gli operatori umanitari non hanno scorta armata, ma devono fornire la pianificazione settimanale dei loro movimenti nella regione. I molti crimini rimangono un problema e sono in aumento in alcune regioni, in particolare nelle principali città e nelle aree di confine (Agadez, Maradi, ecc.) esponendo gli umanitari a diversi rischi. Nonostante ciò, continuiamo a garantire attività nel centro umanitario di Agadez. Anche a Niamey le attività sono in fase di riavvio. 

 

LEGGI ANCHE