Yemen, il paese dove ogni giorno si combatte per sopravvivere | INTERSOS

Lo Yemen, da oltre due anni e mezzo, è vittima di un conflitto che ha causato già 10 mila morti e ridotto la popolazione allo stremo. Di seguito la nostra intervista al Dr Aiman Al-Sakkaf, Health and Nutrition Supervisor di INTERSOS in Yemen.

Quale è il principale bisogno della popolazione in Yemen?

Sopravvivere. Nessuna esagerazione, qui la gente combatte per sopravvivere. I problemi principali sono il conflitto armato in corso dal 2015, la mancanza di assistenza sanitaria e la presenza di acqua e cibo non sani che provocano una seria insicurezza alimentare.

Quale è la risposta di INTERSOS?

Il team di INTERSOS (unica ONG italiana presente nel paese, ndr) assiste dal 2008 le popolazione in 13 governatorati con diversi programmi di salute e istruzione. Negli ultimi anni con un particolare impegno nel nella riduzione della morbilità e della mortalità materno-infantile. Anche grazie al sostegno di EU Humanitarian Aid (Direzione Generale per la Protezione Civile e le Operazioni di Aiuto Umanitario Europee) disponiamo di diverse cliniche mobili il cui principale compito è quello di curare i bambini malnutriti e le donne in gravidanza e più in generale tutti coloro che hanno urgente bisogno di assistenza medica.

Quali sono i risultati dell’intervento di INTERSOS fino ad oggi?

Centinaia di migliaia di persone sono state curate.

Oltre a essere un medico, sei anche un fotografo. Perché credi sia importante fotografare ciò che vedi ogni giorno nel tuo lavoro?

Voglio mostrare al mondo ciò che vedo ogni giorno in Yemen. Qui si combatte per sopravvivere.

 

Una delle foto scattate da Dr Aiman.

Questo progetto è finanziato da EU Humanitarian Aid.

Ufficio COMM
Ufficio COMM

ULTIME NOTIZIE