Terremoto, crescono le richieste di supporto psicosociale

Come garantire sostegno psicologico alle vittime di catastrofi naturali, costruendo un nuovo modello di integrazione pubblico – privato, per migliorare l’assistenza. Se ne è parlato nel corso del convegno “Catastrofi ed emergenze psicosociali” promosso da INTERSOS e Psy+ Onlus.

Un incontro, focalizzato sull’elaborazione e la messa in comune di buone pratiche, nato dall’esperienza del progetto “Ricostruiamo le persone” finanziato dall’Associazione Mediafriends Onlus e realizzato da Psy+ e INTERSOS per portare soccorso alla popolazione colpita nel cratere del terremoto.

Si è parlato delle diverse ripercussioni che si manifestano nel caso di catastrofi per cause naturali rispetto a quelle che originano da mediazione umana, si è analizzato l’impatto traumatico che le catastrofi hanno sulle strutture di personalità, sull’identità collettiva e sul sistema di appartenenza, si sono indagati, sul piano intrapsichico e delle dinamiche comunitarie, gli aspetti da considerare centrali nel dispiegamento degli interventi umanitari e psicosociali.

Negli ultimi mesi si è registrato un costante aumento dei nuovi accessi agli sportelli d’ascolto psicologico attivi ad Accumoli e Amatrice, con una tendenza di 4 persone nuove al mese che si vanno a sommare alle altre già prese in carico nei mesi precedenti. Da Luglio 2017 ad oggi sono stati effettuati 241 interventi di sportello d’ascolto, con 20 interventi a luglio, 18 ad agosto, 36 a settembre, 56 ad ottobre, 65 a novembre e 46 a dicembre.

“Con il rientro nei comuni d’origine di gran parte dei nostri beneficiari a luglio del 2017,dopo un anno passato insieme sulla costa marchigiana, anche le nostre attività si sono spostate all’interno del cratere – racconta Cristiano Bumbaca, coordinatore del progetto – In seguito al nostro insediamento presso i PASS di Amatrice e Accumoli, da luglio ad oggi si è registrato un incremento costante di richieste di supporto psicologico strutturato al nostro team di psicologi-psicoterapeuti, che garantisce la continuità e la cadenza settimanale di ogni percorso: ogni singolo caso è seguito da uno specialista specifico affinché venga assicurata una struttura solida del percorso di supporto.”

Il progetto “Ricostruiamo le persone”, iniziato ufficialmente il 31 marzo 2017, è la naturale prosecuzione delle attività di supporto socio-psicologico che INTERSOS e Psy+ Onlus hanno messo in campo all’interno del cratere a poche ore dal sisma del 24 agosto 2016 sino ad oggi, senza soluzione di continuità, con l’obiettivo di contribuire al superamento dei vissuti dolorosi e traumatici legati agli eventi sismici del 2016, attraverso un supporto psicosociale rivolto in modo particolare ai minori.

Mariangela
Mariangela

ULTIME NOTIZIE