Ottavia, Roma. Associazioni e solidarietà in rete contro il COVID-19

Una vera e propria rete di solidarietà per affrontare l’emergenza COVID-19 nel Municipio XIV di Roma. C’è chi offre lezioni scolastiche a distanza, chi uno sportello di ascolto psicologico o di assistenza legale, chi garantisce sessioni di psicoterapia e chi corsi di musica e break dance.

 

È una rete variegata di solidarietà, quella che abbiamo incontrato nel Municipio XIV di Roma, nel quadrante ovest della Capitale. E che abbiamo deciso di sostenere con INTERSOS LAB, favorendo la collaborazione tra le diverse realtà e organizzando canali di comunicazione con i cittadini.

Ne è nata anche un’iniziativa straordinaria a sostegno delle famiglie più in difficoltà. Pacchi di generi alimentari consegnati settimanalmente ad oltre 300 persone, grazie alla solidarietà dei cittadini e dei commercianti del quartiere. “I bisogni sono grandi – sottolinea Diego Pandiscia, coordinatore del progetto per INTERSOS – forse più grandi di quanto a volte immaginiamo. Quando abbiamo reso pubblica la risposta all’emergenza cibo della rete “Insieme per l’Emergenza”, hanno cominciato a chiamarci da tutta Roma. Il progetto, nato dal basso, ora avrà il sostegno delle istituzioni locali, del Municipio, come è giusto che sia”.

In quella zona di Roma, nel quartiere Ottavia, INTERSOS, grazie al sostegno di marco momigliano e di un gruppo di amici, ha aperto lo scorso dicembre un nuovo centro, che abbiamo scelto di chiamare INTERSOS LAB, dedicato alla formazione e all’inclusione sociale, per offrire risposte sostenibili e durature alle persone che assistiamo. Non era facile, con un progetto appena avviato, affrontare un’emergenza come quella del COVID-19, che ci ha costretto a sospendere tutte le attività in corso e reinventarci.

“Lo abbiamo fatto – sottolinea Diego Pandiscia – approfondendo la conoscenza del territorio e aiutando la nascita di qualcosa che prima non c’era: uno spazio virtuale in cui le diverse associazioni potessero incontrarsi e unire le loro forze. Dal punto di vista pratico, abbiamo fornito i dispositivi di protezione individuale e abbiamo creato un gruppo Facebook in cui incontrarsi. Sono piccole cose, ma che aiutano a fare grandi passi avanti”.

Grazie alla sempre maggiore conoscenza del territorio abbiamo individuato spazi di intervento anche per i nostri team mobili socio sanitari, impegnati nella prevenzione dell’epidemia tra le persone più vulnerabili. Fra le realtà supportate con visite mediche, una mensa sociale da asporto gestita dall’opera Don Calabria. Ancora una volta, reti di solidarietà che si uniscono per aiutare chi ha più bisogno.

“Queste iniziative – conclude Diego Pandiscia – ci accompagneranno verso il progressivo ritorno alla normalità e il rilancio della vocazione di INTERSOS LAB come centro di formazione rivolto all’inclusione sociale dei giovani”.

 

SCARICA IL VOLANTINO INTERSOS LAB DEI SERVIZI NEL XIV MUNICIPIO DI ROMA

RIMANI IN CONTATTO CON NOI

Foto di © Matteo Bastianelli/ This work was supported by the National Geographic Society

Flavia Melillo
Flavia Melillo

ULTIME NOTIZIE