Emergenza Indonesia: aggiornamenti dal campo

Le vittime del terremoto e del successivo tsunami che hanno colpito l’isola indonesiana di Sulawesi sono ormai oltre 1300, gli sfollati 48mila. Secondo le stime della Croce Rossa Internazionale le persone bisognose di aiuti umanitari sono 1,5 milioni.

L’Emergency Unit di INTERSOS, composta da esperti operatori umanitari, tra cui Marcelo Garcia Dalla Costa, ha raggiunto Balikpapan, il centro operativo per lo smistamento degli aiuti umanitari diretti a Palu, epicentro del disastro.

Marcelo ci informa che nella zona mancano elettricità, carburante, acqua potabile e cibo, anche a causa di vasti saccheggi. Tutti i negozi e i magazzini sono chiusi. L’aeroporto è tuttora chiuso, ad eccezione dei voli militari o governativi, il che impedisce l’operatività delle ONG e la mobilità di molte persone che vorrebbero lasciare l’isola.

L’accesso alle aree colpite dal sisma rimane pertanto molto problematico. Numerosi convogli organizzati da ONG nazionali che hanno provato a raggiungere Palu via terra, percorso che richiede circa 13 ore di guida su strade largamente danneggiate, sono stati bloccati e saccheggiati, mentre alcuni si sono fermati per mancanza di carburante.

I nostri operatori sono in partenza via mare per raggiungere l’epicentro della catastrofe e iniziare un primo intervento di assistenza sanitaria attraverso cliniche mobili a beneficio di circa 20mila persone.

Stefania Donaera
Stefania Donaera
Press Officer, INTERSOS

ULTIME NOTIZIE