Emergenza COVID-19 in Repubblica Centrafricana | Ultime News

REPUBBLICA CENTRAFRICANA

L’INTERVENTO DI INTERSOS

 

Le équipe mobili per il monitoraggio dei casi vulnerabili hanno continuato a lavorare sebbene con spostamenti limitati, anche per questo abbiamo rafforzato la capacità delle strutture comunitarie di individuare eventuali casi di contagio attraverso tanti corsi di formazione sulla prevenzione, con un numero ridotto di partecipanti per sessione. Un nuovo progetto rivolto alle sotto-prefetture di Kabo e Moyens Sido è stato avviato con l’obiettivo di riabilitare 4 punti d’acqua per gli sfollati interni, distribuire kit igienici (secchi, sapone, pastiglie per la purificazione dell’acqua) a 1.255 famiglie, installare 250 dispositivi di lavaggio delle mani con sapone, costruire 150 latrine e distribuire kit di gestione dei rifiuti ai siti individuati. Inoltre, da luglio a novembre verranno fatte sessioni di sensibilizzazione e prevenzione per gli sfollati interni nei siti di Batangafo e Bria.

HIGHLIGHTS

1.055

sessioni di sensibilizzazione sulle misure di prevenzione del COVID-19 che hanno raggiunto 5.195 persone

600

kit igienici distribuiti

70

punti per il lavaggio delle mani installati nei luoghi di insediamento a Kabo

CONTESTO

 

La Repubblica Centrafricana ha limitato i movimenti, imposto il distanziamento, chiuso chiese e moschee, scuole e università. Le autorità sanitarie hanno aumentato la sorveglianza alle frontiere terrestri creando posti di controllo al confine con il Camerun dove vengono effettuati test sistematici sui viaggiatori che entrano nel paese. Tuttavia, i casi di contagio sono principalmente locali, non importati. Dopo scontri tra diversi gruppi armati in diverse città come Bria, Batangafo, Ndélé e Bambari che hanno portato a decine di morti, attualmente la situazione è più stabile. Sono stati aperti nuovi centro per lo screening a Bangui, luogo che registra il più alto numeri di contagi, e in altre città al confine col Camerun. Non ci sono restringimenti all’accesso umanitario. 

 

LEGGI ANCHE